Facebook  Youtube 

Un Paese a Sei Corde

c/o La Finestra sul Lago Associazione Culturale

lafinestrasullago(at)libero.it

Tel. +39 0322 96333


Nefesh trio

07/09/2018

"Altri Mondi" a Villa Olimpia a Verbania

NEFESH TRIO
Manuel Buda & Daniele Parziani & Davide Tedesco
Verbania - 7 settembre 2018


Imprevedibili imprevisti, che come un colpo di vento scompigliano le carte e inventano nuovi scenari, che impensabili coincidenze rendono d’un tratto possibili.
E così un piacevolissimo imprevisto ha costretto Micki Piperno ad annullare il suo concerto di questa sera, proprio nell’unica data che un casuale incontro con un altro grande amico de UN PAESE A SEI CORDE, Manuel Buda, aveva rivelato libera da impegni per il suo NEFESH TRIO. Così, in un batter d’occhio, ecco pronta la sostituzione perfetta nel luogo perfetto. Villa Olimpia, a Verbania, ha dunque potuto ospitare, in collaborazione con la rassegna Altri Mondi, uno straordinario spettacolo di musica che arriva da lontano, nei luoghi e nel tempo. Musica mediorientale, Klezmer, Sefardita, Yemenita e poi Israeliana. Echi di musica araba, balcanica, tango e jazz. Ma soprattutto una musica emozionante, capace di far vibrare ogni cuore di un sentimento di festa. E una serata perfetta, senza zanzare e senza umidità, ha visto materializzarsi Daniele Parziani al violino, Manuel Buda alla chitarra e Davide Tedesco al contrabbasso, i piedi nudi sui tappeti stesi sul prato del cortile di Villa Olimpia, nella magia di Zemer, meraviglioso brano incantatore in cui sembrava di riconoscere tutte le musiche del mondo. Il pubblico, stregato dall’atmosfera che si è subito venuta a creare, non ha potuto fare altro che applaudire entusiasta. Manuel, a questo punto, oltre che il bravissimo chitarrista che già conoscevamo, si è rivelato anche un presentatore capace di raccontare la storia dei loro brani, con leggerezza e simpatia, pur affrontando temi importanti. Così questo meraviglioso viaggio tra musiche che evocavano luoghi lontani in cui ritrovare sonorità e ritmi inaspettatamente presenti in ogni altrove del mondo, ha avuto una guida che ci ha saputo aprire la mente, senza mai perdere quel sorriso pieno di dolce serenità. Titoli emblematici come Araber Tanz, a metà tra l’Arabo e il Tedesco, richiami di bluegrass americano in brani klezmer, tratti di flamenco tra la musica araba, ci hanno travolto. E il pubblico non poteva più resistere dal tenere il tempo battendo le mani. Coinvolgenti e strepitosi i tre musicisti, bravissimi autori e interpreti di pezzi e arrangiamenti capaci di rendere così moderna una tradizione antica, forti della volontà di unire le diverse culture attraverso la musica. L’allegria e la dolcezza delle loro melodie è riuscita anche a radunare anche una piccola folla di bambini ad ascoltare rapiti, in un angolo. Piccola magia di quella sorta di “condominio” non convenzionale che è Villa Olimpia. Tanti applausi e tanti sorrisi per un concerto speciale, fatto di anima e fuoco, come vuole significare il termine NefEsh, che ha scaldato i cuori in questa serata speciale in un luogo speciale. E allora niente di meglio che l’allegria contagiosa e festosa di Oy Tate, brano klezmer per eccellenza, con cui concludere uno spettacolo straordinario che ci ha regalato una notte di festa. E questa è una cosa meno imprevedibile nel PAESE A SEI CORDE...

Patrizia & Mauro Gattoni

 





Un Paese a Sei Corde
P. Iva 01846330031