Facebook  Youtube 

Un Paese a Sei Corde

c/o La Finestra sul Lago Associazione Culturale

lafinestrasullago(at)libero.it

Tel. +39 0322 96333


RECENSTORIA 28 GIUGNO

16/07/2020

Pracina Stomp

PAOLO BONFANTI, MARTINO COPPO, NICOLA BRUNO
(special guest: Roberto Bongianino)
Briga Novarese - 28 giugno 2020

Non poteva che essere così. Il giardino dell’oratorio di Briga Novarese sì è subito riempito. D’altronde, se sul palco piazzato in questo angolino di fiaba c’erano musicisti del calibro di Paolo Bonfanti, il chitarrista mancino, Martino Coppo, coi suoi mandolini e Nicola Bruno, mago del basso elettrico, non si poteva certo restare a casa. E questa sera poi, la loro voglia di far festa e l’emozione di suonare insieme dopo quattro mesi senza pubblico formavano una miscela esplosiva di pura allegria elettrizzante. E non ha potuto certo resistere Roberto Bongianino, grande fisarmonicista e grande amico che vive a un tiro di schioppo da qui, che è arrivato pronto ad unirsi con gioia al gruppo. Queste sono le sorprese che ci piacciono di più! Con l’entusiasmo alle stelle, ecco partire la loro musica strepitosa e coinvolgente, una scarica di energia che ha fatto esplodere tanti sorrisi dietro le mascherine. “Ma quanto si stanno divertendo?” “Ma quanto vanno veloci quelle mani?”, si domandavano i presenti tra un applauso e l’altro. E intanto tutti a battere il tempo con i piedi, trascinati dal ritmo di questi mostri sacri del blues scatenati come ragazzini. Non vedevano l’ora di farci ascoltare il loro ultimo lavoro, Pracina Stomp, come il nome della cascina in mezzo al nulla in cui lo hanno registrato, e ce lo hanno raccontato con tutto l’entusiasmo possibile. E con altrettanto entusiasmo ha risposto il pubblico. Paolo Bonfanti, chiacchierava e passava da una chitarra all’altra, cantando poi con la sua voce ruvida e fresca che passava dall’Inglese al Genovese come solo lui sa fare. Martino Coppo sprizzava musica e felicità da ogni poro, mentre le sue mani danzavano sui suoi mandolini americani, dal più piccolo al più grande, con l’euforia di un bambino il giorno di Natale. In mezzo a loro, Nicola Bruno, sorriso sornione, li teneva d’occhio per tenerli in riga col suo basso rosso capace di tutto. E poi, al momento giusto, chiamavano anche Roberto Bongianino sul palco, affiatati come se non si fossero lasciati mai. Che ritmo, che carica, anche quando vecchi pezzi di bluegrass scatenato parlavano di storie strappalacrime. Anche quando i pezzi di Coppo dicevano della difficile vita degli stranieri che vogliono suonare negli Stati Uniti. Anche quando Paolo Bonfanti cantava i suoi blues in Genovese. E poi, ecco arrivare Over’s Under. Scritto dopo il crollo del ponte Morandi, ma giusto anche per questa pandemia che ha ribaltato le nostre vite. Il basso di Nicola Bruno, dirompente come i macigni di strada che cadevano. Potente come un pugno nello stomaco dei presenti che ascoltavano in silenzio, improvvisamente seri, ognuno col suo grumo di emozioni, mentre Bonfanti cantava, fino ad esplodere in un grande applauso finale. Ma, è stato un momento, forte e drammatico. Poi bisogna tornare a vivere e far festa, ed ecco i nostri amici scatenarsi con You Were Right e terminare il concerto tra gli applausi. Ma come si faceva a lasciarli andare così? E allora tutti a chiedere il bis, che Paolo e Martino non hanno esitato a concedere. Soli sul palco, da vecchi amici che non smettono mai di avere voglia di suonare insieme. Fine? Ma stiamo scherzando? Sono ancora così freschi e carichi che avrebbero potuto continuare per tutta la notte e si scatenano con un altro paio di brani insieme a Nicola e Roberto. Friend of a Friend e Goin' Down The Road Feelin' Bad per concludere in bellezza, con Martino a cantare in Inglese e Paolo a tradurre in Genovese e tutti a concedersi un assolo di commiato e di grande virtuosismo. Divertimento puro, per noi e per loro. Stavolta è davvero finito e ce ne siamo tornati a casa col sorriso indelebile di una bellissima serata. Succede, quando si ritrovano certi vecchi amici.

Patrizia & Mauro Gattoni

 





Un Paese a Sei Corde
P. Iva 01846330031